Basta moschee!

Il mio pensiero è chiaro: no alle moschee!! No alle chiese! No al crocifisso nelle scuole! Croce nel tricolore? Ma che siamo matti?

Politicamente la questione è banale e semplice. Siamo in un paese democratico dove la costituzione garantisce l’uguaglianza di fronte a credi religiosi differenti! Referendum un corno. In Italia non sono permessi referendum per proporre leggi (figuriamoci una proposta razzista e anticostituzionale), ma solo referendum abrogativi e consultivi. Come dite? I paesi musulmani impediscono di costruire le chiese? Fanno bene! Per il corano gli infedeli meritano di bruciare nelle fiamme dell’inferno. Stronzate? Beh, è esattamente quello che sono tutte le religioni sulla faccia della terra. Un’accozzaglia di stronzate e leggi barbare e arcaiche.

La religione è la radice di tutti i mali moderni e passati. Contro ogni razionalità. Contro ogni ragionamento scientifico. Le religioni strumentalizzano le masse, mentono senza riserve, creano razze. Fin da bambini si viene inquadrati in un contesto religioso ben preciso. Quando nasciamo non ci viene affibbiato la fede politica dei nostri genitori o imposto lo stile di vita che dovremo condurre una volta indipendenti. O meglio, non più da tempi lontanissimi. Mentre adesso, nel 2011,  appena in fasce, veniamo battezzati ereditando il marchio a fuoco della religione.

I risultati sono quelli che vediamo: gente che si ammazza in nome di personaggi immaginari.

La Bibbia è un romanzo di fantascienza per niente avvincente, anzi, un pochino triste in verità, che solo persone dal quoziente intellettivo davvero basso possono inneggiare come guida spirituale.

Penso che le persone credano in Dio soltanto per dare una spiegazione a ciò che non capiscono, cercando di placare le loro paure e nascondere le loro debolezze. Il crocifisso è solo un simbolo pagano innestato con violenza nella nostra vita quotidiana a simbolo dell’illogicità dell’uomo moderno. Ogni crocifisso che vedo mi fa vergognare di essere esponente della razza umana.